*** ISOLA CRITICAL LAB ***

:// via Pepe 38

 

Legati dal fil rouge di una visione critica e sostenibile della moda, di una produzione attenta all’ambiente e alle persone, una rete di brand, designer, sarti, stilisti risponde all’appello di DOS_Design Open’ Spaces per animare un ex ristorante abbandonato, allestendo un temporary store vivace e colorato dov’è possibile fare conoscenza con un altro modo di fare moda. Laboratori e workshop per bambini e adulti sono il “menù del giorno”. Il delizioso dehor coperto dello spazio recuperato è allestito ad hoc ed utilizzato come spazio del “saper fare”. Consapevoli che un consumo sostenibile nella moda passa anche dalla conoscenza dei processi che stanno dietro al capo finito, vengono proposti diversi laboratori e diverse tecniche (realizzazione patchwork, cucito, tinture naturali, realizzazione di accessori, tessitura manuale) per condividere con tutti il piacere di realizzare e creare.
Il recupero dello spazio abbandonato passa anche dall’arte, grazie al coinvolgimento al progetto #ISOLA CRITICAL LAB del duo Nabla & Zibe, presenti sulla scena street dai primi anni 2000, e conosciuti a Milano fra l’altro per la loro opera “Pensiero Fluido“, che presentano insieme ad altre loro opere nella mini-gallery all’interno dello spazio.

ESPOSITORI:
Laboratorio Lavgon
Sassi
Emina Batik
Bottega Gazpacho
Kiyoko Osoda
Heka Couture
Sartoria Ismara
Nicoletta Fasani
Tarou Abdoul Djamil Gaye
Serigne
Nabla & Zibe

MAIN PARTNERS:
Makoura
Light design a cura di PARALUCE

BEFORE DOS

AFTER DOS