DOS2020 Format

Pixel by Pixel Built the city of the future

La Pixel City nasce dalla volontà di realizzare il primo vero distretto diffuso della Design Week. Se l’edizione 2019 si è concentrata su spazi di proprietà del comune di Milano, per l’edizione 2020 l’attenzione si sposta anche sugli spazi pubblici urbani.

Il progetto si sviluppa attraverso i principi della sostenibilitá, valori che il team porta avanti ormai da anni tramite ricerca ed esperienze nell’ambito dell’architettura temporanea. Progetti di architettura e design secondo la filosofia “human scaled”, ponendo particolare attenzione a processi di trasformazione e valorizzazione urbana e sociale.

Il progetto si inserisce così nella ricerca secondo la quale l’architettura temporanea e l’utilizzo di tecnologie “semplici” e facilmente adattabili, sono un mezzo attraverso il quale promuovere progetti sostenibili di rigenerazione urbana.

Mission | Rigener-azione

La società occidentale contemporanea, quella industrializzata ha prodotto un mondo di scarti. Cibo, oggetti, ma anche luoghi. 

In questa prospettiva la cultura del design può svolgere un ruolo determinante, attraverso l’adozione di  un approccio progettuale innovativo sperimentando interventi in grado di ridisegnare modelli di sviluppo, di reinventare approcci.

Grazie alla relazione strategica tra il Comune di Milano, la scuola del Design del Politecnico di Milano e alcune realtà del mondo del progetto già attive da anni nell’ambito della design week, DOS con la sua seconda edizione, intende strutturarsi come offerta innovativa in termini di approccio agli eventi del design.

Il modello proposto è quello di usare il business per fare design, convertendo modelli sedimentati in azioni di progetto

>

Contemporary Western society, the industrialized one, has produced a world of waste. Food, objects, but also places.
In this perspective the culture of design can play a decisive role, through the adoption of an innovative design approach by experimenting with interventions capable of redesigning development models and reinventing approaches.
Thanks to the strategic relationship between the City of Milan, the School of Design of the Politecnico di Milano and some realities of the design world already active for years in the design week, DOS with its second edition, intends to structure itself as an innovative offer in terms of approach to design events.
The proposed model is to use business to make design, converting sedimented models into project actions.


Il Phygital connette i mondi fisico-virtuali, andando a ridisegnare i paradigmi della customer experience.

Phygital coniuga il mondo online con quello offline cercando di attingere  dagli aspetti migliori di ognuno per creare un’esperienza più completa e soddisfacente. La caratteristica principale di questo approccio è la multicanalità, grazie alla quale il processo di acquisto dei consumatori diventa più fluido e facile oltreché integrato in una dinamica multisensoriale e immersiva.


Il Phygital connette i mondi fisico-virtuali, andando a ridisegnare i paradigmi della customer experience.

Phygital coniuga il mondo online con quello offline cercando di attingere  dagli aspetti migliori di ognuno per creare un’esperienza più completa e soddisfacente. La caratteristica principale di questo approccio è la multicanalità, grazie alla quale il processo di acquisto dei consumatori diventa più fluido e facile oltreché integrato in una dinamica multisensoriale e immersiva.


Attraverso dinamiche phygital si lavora per rendere le tre I,immediatezza,immersione e interazione,realtà.

Immediatezza: garantire che le cose accadano in un
preciso momento;

Immersione: rendere l’utente parte integrante e attiva dell’esperienza;

Interazione: generare uno scambio, necessario per attivare la parte più fisica ed emotiva del processo esperienziale di acquisto.


  • REINVENTARE IL FUTURO

    RISCRIVERE LA REALTA’:

    Il progetto DOS si propone di superare i confini tradizionali e di amplificare l’esperienza fisica attraverso l’impiego
    di nuove tecnologie.
    L’ambiente reale è l’involucro, il supporto per un contenuto digitale che cambia sempre.

  • LA CITTA’ DI DOMANI

    CREARE NUOVI SPAZI DOVE NON CI SONO:

    Senza perdere la capillarità sul territorio, caratteristica della prima edizione del progetto, nasce l’esigenza di sconfinare dallo spazio fisico per entrare in una nuova dimensione, mutevole e potenzialmente infinita.
    Lo spazio virtuale diventa un nuovo territorio popolato di contenuti che regalano agli utenti esperienze di fruizione aumentate e amplificate, oltre a quelle tradizionali negli spazi fisici.

  • PIXEL CITY

    PIXEL BY PIXEL BUILD THE CITY OF THE FUTURE

    La Pixel City nasce dalla volontà di realizzare il primo vero distretto diffuso della Design Week. Se l’edizione 2019 si è concentrata su spazi di proprietà del comune di Milano, per l’edizione 2020 l’attenzione si sposta anche sugli spazi pubblici urbani.

    Il progetto si sviluppa attraverso i principi della sostenibilitá, valori che il team porta avanti ormai da anni tramite ricerca ed esperienze nell’ambito dell’architettura temporanea. Progetti di architettura e design secondo la filosofia “human scaled”, ponendo particolare attenzione a processi di trasformazione e valorizzazione urbana e sociale.

    Il progetto si inserisce così nella ricerca secondo la quale l’architettura temporanea e l’utilizzo di tecnologie “semplici” e facilmente adattabili, sono un mezzo attraverso il quale promuovere progetti sostenibili di rigenerazione urbana.

Clicca qui per aggiungere il proprio testo

Accedere allo spazio digitale attraverso un filtro IG  che permette all’utente di percorrere nello spazio intorno a sé un’esperienza di visita unica e personalizzata.